20 Settembre 2020

ITRA

3 punti ITRA
9 montagna

20 Settembre 2020

3 punti ITRA
9 montagna

ISCRIZIONI CHIUSE
Se partecipi alla Trail degli Eroi o alla Ultra degli Eroi da oggi ti chiediamo di inserire come materiale OBBLIGATORIO la lampada frontale: attenzione, chi è senza rimane a farci compagnia alla partenza!!

L’Ultra degli Eroi è il percorso più duro ed impegnativo, che attraversa molti chilometri di creste e buona parte del cime del Massiccio del Grappa passando per i luoghi più selvaggi ed emozionanti che solo le nostre cime possono regalare.

Avrete modo di percorrere tutto il percorso sia della Sky che del Trail degli Eroi ricalcando, dove possibile, i tratti di trincea della Grande Guerra e l’alta via degli Eroi.

I numeri

0km
Distanza
0m
Dislivello
0ore
Tempo limite

Luogo

Il gioiello storico del Veneto, che rappresenta per eccellenza la resistenza italiana nella prima guerra mondiale.

Il Massiccio del Grappa si colloca sulla catena delle Prealpi Venete tra la pianura veneta a sud ed i territori centro-alpini a nord. Il fiume Brenta lo divide ad ovest dall’altopiano di Asiago, mentre ad est è il fiume Piave a tracciarne il confine e a separarlo dal gruppo Cesen-Visentin. A nord troviamo il Lago di Corlo e la Conca di Feltre. Il Massiccio, un tempo noto come Alpe Madre, è suddiviso fra tre province: Vicenza ad ovest, Treviso a sud e Belluno a nord-est.

La sua vetta, in località Cima Grappa, misura 1775 m s.l.m. ma il suo territorio è caratterizzato dalla presenza di molte altre cime: tra le principali Col Moschin (1.279 metri), Colle della Berretta, Monte Asolone, Monte Pertica, Prassolan, Monti Solaroli, Fontana Secca, Monte Peurna, Monte Santo, Monte Tomatico (1.595m), Meatte, Monte Palon e Monte Tomba

Tempo

Il monte Grappa si erge a ridosso della pianura veneta. Il suo clima è spesso influenzato da condizioni meteo estremamente variabili. Le precipitazioni sono abbondanti durante tutto l’anno, specialmente nel periodo autunnale, invernale e primaverile.

Anche se la stagione di fine estate può portare sole e caldo nella prima fase di corsa, il tempo a ridosso delle cime potrebbe riservare vento forte, pioggia e temperature in rapida evoluzione. Nel mese di Settembre le temperature diurne in genere variano da 23°-19° di notte da 13°-8°

Nei pressi del Rifugio Bassano a Cima Grappa è attiva una stazione meteo del tipo Davis Vantage Pro 2 Plus online 24 ore su 24, con varie webcam. Per maggiori informazioni consultare Cima Grappa Meteo

Il tracciato dell’Ultra degli Eroi

  • Lunghezza: 60,5 km
  • Dislivello positivo: 4.110 m
  • Altitudine MAX: Cima Grappa 1.775 m
  • Partenza: ore 05.00 da Centro Sportivo Rasai di Seren del Grappa (BL)
  • Arrivo: Centro Sportivo Rasai di Seren del Grappa (BL)
  • Mappafile Gpx
  • Tempo massimo: 14 ore
  • Punti ITRA: 3
  • Punti Montagna: 9

Forcella Alta 1222m km 12,5

Val Dumela 1037m 21 km

Monte Grappa 1775m 34 km

Val Dumela 1037m 46km

Scopri di più

Impianti sportivi rasai 325m

Tomatico 1575m 8,1 km

Monte Santo 1525m 10,4 km

Monte Sassuma 1500m 11,6 km

Forcella Alta 1222m 12,5 km (ristoro)

Pra Peurna 1070m 14,5 km

Pian del Giacon 626m 18,8 km

Casera Checca 886m 20 km

Stalla Valdumella 1180m 22,5 km (ristoro)

Cima Fontanasecca 1618m 24,5 km

Cima Palon della Pausa 1616m 26 km

Cima Salaroli 1651m 27 km

Col dell’orso 1668m 28,5 km

Croce dei Lebi 1571km 31 km 

Malga Valvecchia 1521m 33 km

Cima Grappa 1775m 35 km (ristoro)

Malga Valvecchia 1521m 36 km

Pian della Bala 1379m 36,5 km

Cason del Sol 1225m 39,5 km

Casera Domador 1199m 40,5 km

Stalla Cinespa 1224m 43,3 km

Stalla Valdumella 1180m 45,5 km (ristoro)

Casera Bonani 956m 47,5 km

Casera Checca 886m 48 km

San Siro 516m 53 km

Fontana della Salute 488m 54,5 km

Cimitero Seren 414m 22 km

Impianti sportivi rasai 325m 23 km

È la gara più impegnativa! Attraversa km e km di creste e buona parte del cime del Massiccio del Grappa.

Passa per i luoghi più selvaggi ed è la somma della Sky e il Trail degli Eroi.

Inizia con 3/4 km con leggera salita per poi iniziare la vera salita al Tomatico senza un attimo di respiro fino all’enorme croce di vetta. Qui i meno competitivi potranno riposarsi un attimo e dare uno sguardo sulla Val belluna e tutte le Dolomiti.

Ora la salita è finita e ci aspetta una fantastica corsa sul filo di cresta, da un lato ripidi pendii pratosi e dall’altro bosco. In qualche punto è giusto avere un minimo di attenzione.

Si attraversa la cima del Monte Santo con vista sulla Pianura, il Piave e anche il mare nelle belle giornate.

Da qui inizia una breve discesa che porta ad una forcella e poi si corre un tratto nel bosco. (Schianti di alberi provocati dalla tempesta Vaia ma sistemati dai ragazzi di Seren! Grazie!).

Ultima risalita fino alla cima del Sassuma e poi giù in discesa fino al ristoro situato a Forcella Alta.

Da qui si prosegue in discesa lungo un sentiero nel bosco poco sotto la linea di cresta, fino a raggiungere la stradina che in breve porta a Pra Peurna.

Discesa prima per Stradina e poi per bel sentiero fino ad incrociare la strada bianca che sale da San Siro. (Da qui ci si immette nel percorso dei 48 km e lo si segue fedelmente fino al Traguardo.).

Si prosegue sempre con qualche leggero su e giù su strada bianca fino alle case di Pian del Giacon.

Ancora stradina in leggera discesa fino a quando sulla sinistra parte in salita un sentierino. In breve e sempre con pendenze sostenute porta alla bellissima Casera Checca o conte.

Sbucati sulla stradina si prosegue a destra per circa 100 metri fino a prendere il sentiero, a sinistra che in breve porta a Forcella D’Avien. (Poco sopra il sentiero si può ancora vedere il basamento della teleferica usata nella prima guerra mondiale dagli Austroungarici per mandare i rifornimenti in zona Val dumela).

Ora si prosegue per ardita stradina e si passa sotto una galleria (sempre opere di guerra) breve discesa e si arriva al ristoro a Malga Valdumella.

Ora si continua a salire nel bosco fino a spuntare nei prati sotto il Monte Fontanasecca. Qui si sale dritti fino in cima. Dalla cima ci aspettano 8 km di creste con varie brevi discese e salite puntando verso cima Grappa attraversando le varie cime della cresta, Col della Pausa – Solaroli – Col dell’Orso, qui lungo la cresta la presenza di reperti bellici ci ricorda continuamente chi qui ha combattuto oltre 100 anni fa. Il panorama è vastissimo tra il mare , la pianura e le Dolomiti.

Arrivati alla croce del termine si segue il sentiero che in breve porta alla stradina che ci conduce a malga Valvecchia. Qui si prosegue e in breve si raggiunge il piazzale della galleria Cadorna.

Si sale all’Ossario, meglio se camminando, con rispetto di tutte le persone che sono sepolte qui. Ora ci aspetta il ristoro di Cima Grappa dove gli Alpini ci concederanno qualche extra.

Si scende ora per ripido sentiero fino alla malga Valvecchia e si prosegue dritti fino al Pian della Bala.

Da qui per bel sentiero che attraversa i prati si raggiunge un laghetto e poi si prosegue per stradina bianca quasi in piano verso l’agriturismo Cason del Sol, e poi Casera Domador,malga Valderoa, stalle Cinespa.

Dopo aver attraversato questo splendido luogo si scende per un sentiero nel bosco fino a incrociare il sentiero che in salita riposta alla malga Valdumella dove troviamo di nuovo il ristoro.

Dopo esserci ristorati si segue la mulattiera fatta in senso inverso all’andata e si ritorna a Forcella Valderoa.

Poco dopo troviamo un comodo sentiero a sinistra che ci porta facendo bei tornanti fino ad una stradina.

Si prosegue a destra e si segue sempre la strada bianca e in qualche tratto cementata e ripida fino al punto dove siamo passati anche all’andata e raggiungiamo San Siro, e discesa per stradina e sentiero fino al ponte.

Ultima risalita per il sentiero di circa 200d+ prima fino alla fontana della Salute (dicono che sia una delle fontane con l’acqua più buona d’Italia) e un altro tratto che porta fino alla stradina sotto la Cimetta.

Dopo un po’ di piano inizia la discesa che in breve porta negli splendidi prati sopra il paese.

Un pezzettino di asfalto, il classico giro del cimitero e poi giù nel bosco per l’ultimo entusiasmante e velocissimo km lungo il sentiero che segue il torrente. Attraversata la strada ultimi metri di divertente sentierino fino a sbucare pochi metri prima del Traguardo.

Se partecipi alla Trail degli Eroi o alla Ultra degli Eroi da oggi ti chiediamo di inserire come materiale OBBLIGATORIO la lampada frontale: attenzione, chi è senza rimane a farci compagnia alla partenza!!
DOWNLOAD GPX