Loading...
Viaggio degli Eroi2019-05-01T20:14:00+02:00

Iscrizioni Aperte

Il Monte Grappa è una delle bellezze naturali e storiche più importanti del Veneto, che ospita branchi di caprioli, camosci e cervi.

Sulla cima più elevata sorge un sacrario militare, progettato dall’architetto Giovanni Greppi con la collaborazione dello scultore Giannino Castiglioni e inaugurato il 22 settembre 1935.

Il sacrario contiene i resti di 22.950 soldati ed è così disposto:

  • Settore nord, ossario austroungarico con 10.295 morti di cui 295 identificati.
  • Settore sud, ossario italiano con 12.615 morti di cui 2.283 identificati.
  • Sul lato della via eroica, sono tumulati 40 caduti rinvenuti dopo la costruzione del Sacrario.
  • Tra i due ossari, c’è la cosiddetta via Eroica lunga 300 metri, con a lato i 14 grandi cippi recanti i nomi delle cime teatro di guerra.
  • All’inizio della via eroica, a nord, c’è il portale Roma: progettato e costruito dall’architetto Limoncelli ed offerto da Roma, sul portale è scolpito: “Monte Grappa tu sei la mia patria”, il primo verso della canzone del monte Grappa.
  • Al centro dell’ossario italiano c’è il sacello della Madonna del Grappa, la Vergine Ausiliatrice posta nella vetta il 4 agosto 1901 dal patriarca di Venezia Giuseppe Sarto (poi papa Pio X), a simbolo della fede cristiana nel Veneto. Durante la prima guerra mondiale, la Madonna del Grappa divenne simbolo della Patria e della protezione divina, al punto che una volta riparata dall’esplosione di una granata, prima di esser riposta nel sacello (4 agosto 1921) fece il giro dell’Italia su un vagone ferroviario al cui passaggio tutti lanciavano fiori, pregavano, piangevano, si inginocchiavano.

Nel sacrario c’è una tomba importante per la storia del Grappa, è quella del maresciallo d’Italia, generale Gaetano Giardino, che qui comandò l’armata del Grappa portandola alla vittoria finale.

Tra le tante sepolture colpisce in particolare la tomba n. 107 (settore austro-ungarico) del soldato Peter Pan e anche quella del soldato italiano Zicchi Antonio, perché inizialmente era stato catalogato come Ficchi Antonio.

Il Viaggio degli Eroi si svolge nel Monte Grappa partendo dalle sue pendici fino alle sue cime più alte. La città di partenza è la splendida Feltre in provincia di Belluno, che posa sopra antiche mura dell’epoca romana, un tuffo nella storia dell’Italia.

A partire dalla bellezza della natura, completamente immersi nei colori dell’autunno, scoprirai panorami che ti toglieranno letteralmente il fiato, scoprendo che la luce dell’alba in montagna è un’emozione unica.

Esplora una delle montagne più affascinanti d’Italia!

Loading...

Luogo

Il gioiello storico del Veneto, che rappresenta per eccellenza la resistenza italiana nella prima guerra mondiale.

Il Massiccio del Grappa si colloca sulla catena delle Prealpi Venete tra la pianura veneta a sud ed i territori centro-alpini a nord. Il fiume Brenta lo divide ad ovest dall’altopiano di Asiago, mentre ad est è il fiume Piave a tracciarne il confine e a separarlo dal gruppo Cesen-Visentin. A nord troviamo il Lago di Corlo e la Conca di Feltre. Il Massiccio, un tempo noto come Alpe Madre, è suddiviso fra tre province: Vicenza ad ovest, Treviso a sud e Belluno a nord-est.

La sua vetta, in località Cima Grappa, misura 1775 m s.l.m. ma il suo territorio è caratterizzato dalla presenza di molte altre cime: tra le principali Col Moschin (1.279 metri), Colle della Berretta, Monte Asolone, Monte Pertica, Prassolan, Monti Solaroli, Fontana Secca, Monte Peurna, Monte Santo, Monte Tomatico (1.595m), Meatte, Monte Palon e Monte Tomba

Loading...

Tempo

Il monte Grappa si erge a ridosso della pianura veneta. Il suo clima è spesso influenzato da condizioni meteo estremamente variabili. Le precipitazioni sono abbondanti durante tutto l’anno, specialmente nel periodo autunnale, invernale e primaverile.

Anche se la stagione di fine estate può portare sole e caldo nella prima fase di corsa, il tempo a ridosso delle cime potrebbe riservare vento forte, pioggia e temperature in rapida evoluzione. Nel mese di Settembre le temperature diurne in genere variano da 23°-19° di notte da 13°-8°

Nei pressi del Rifugio Bassano a Cima Grappa è attiva una stazione meteo del tipo Davis Vantage Pro 2 Plus online 24 ore su 24, con varie webcam. Per maggiori informazioni consultare Cima Grappa Meteo

Itinerario

Giorno 1
Il cammino santo degli Eroi
20 settembre 2019

Lunghezza: 34 km

Dislivello positivo: 1.600 m

Partenza: ore 09.00 da Feltre

Arrivo:Val Tosella

Mappafile Gpx

Roadbookclicca qui per scaricare il roadbook completo.

Giorno 2
La grande via degli Eroi
21 settembre 2019

Lunghezza: 55 km

Dislivello positivo: 2.390 m

Partenza:Val Tosella

Arrivo: Schievenin – Quero Vas (BL)

Mappafile Gpx

Roadbookclicca qui per scaricare il roadbook completo.

Giorno 3
Dentro le trincee degli Eroi
22 settembre 2019

Lunghezza: 21 km

Dislivello positivo: 1.610m

Dislivello negativo: 1.550 m

Partenza: Schievenin – Quero Vas (BL)

Arrivo: Centro Sportivo Rasai di Seren del Grappa (BL)

Mappafile Gpx

Roadbookclicca qui per scaricare il roadbook completo.

Loading...

Costo di iscrizione

350

Le iscrizioni chiuderanno al raggiungimento del numero massimo di iscritti alla gara (50 atleti) o al 19/09/2019.

Verifica lo sconto che ti spetta per esserti pre iscritto il giorno del Trail degli Eroi 2017 o sul sito fino a fine Novembre in questa pagina.